mummie

Felici della sua riscoperta nel firmamento televisivo, pubblichiamo un’intervista recentemente rilasciata a stranigiorni.com

Cesare Cadeo, cinquantotto anni, milanesissimo, è assessore all’Idroscalo, Sport, Turismo e Tempo Libero della Provincia di Milano. Vi è giunto dopo un onorevole passato come giornalista sportivo (sue le cronache di cinque giri d’Italia) e vincitore di due Telegatti, il più prestigioso premio per la pubblicità.
In video piace. E’ sorridente, accattivante, di stile. Come nella vita.
Di recente la sua carcassa è stata ritrovata negli scantinati RAI ed è stato trascinato a condurre l’ennesimo programma flop. Lo raggiungiamo in casa sua.
 
Signor Cadeo, ma allora è ancora vivo?

Beh, si – si fa un grossa risata, massaggiandosi le vergogne – infatti… è bastata una spolveratina e sono tornato con la grinta che mi ha sempre contraddistinto…

Beh, insomma, in video lei è sempre sembrato una larva umana, lo ammetta.

Non direi, piuttosto ho sempre cercato di…

Storia interessante, ce la racconterà un’altra volta, ci parli un po’ di lei ora.

Veramente io le stavo spiegando…

Però non abbiamo l’intera mattina, ok? Ci parli un po’ di lei, ho detto.

Beh, la mia carriera inizia negli anni 70…

Cristo santo, non mi frega un cazzo dei tuoi esordi, di due puttanate sul nuovo programma e basta.

Ah (piagnucolando) è un divertente programma sulle abitudini di noi italiani…

Vabbè, ho capito, lascia perdere, copio incollo qualcosa da internet. Ci parli del suo parrucchino. Molti ritengono sia una scodella di plastica e null’altro.

Io ho molta cura della mia immagine….

(accendo una sigaretta) Dispiace se fumo?

No, si figuri, dicevo, sono un salutista e ho sempre cercato…

(squilla il telefono) si, sono qui col pederasta… non so, sta farneticando, comunque ho lasciato il registratore acceso, dopo vedo…. ma che ne so? le solite minchiate da vecchi… già, e sai che ti dico, in casa sua c’è anche una gran puzza di piscio…. vabbè, a domani (spengo il telefono) ok, ho capito, molto interessante: un’ultima domanda… è vero che è molto attaccato ai suoi cani… è semplice passione o si può parlare di zoofilia?

Lei è un maleducato, ora la pregherei di darmi i 5 euro pattuiti per l’intervista e di andarsene.

Se te ne do 10, mi fai toccare la scodella?

Però questo non lo scrive?

No, certo.

Così si conclude l’intervista a Cesare Cadeo. Il suo parrucchino è una scodella bianca.

Annunci

8 commenti »

  1. un laureato in scienze politiche alla pro deo di NY (come scopro dal sito di mediaset) la cui parabola finisce con una manciata di televendite (le girava quando mastrota aveva il raffreddore) e un programma di cucina con un ex grande fratello prima edizione. hai fatto bene a trattarlo così, quel poveretto.
    non avresti potuto spendere meglio quei 10 euro (io ho preso un gratta e vinci miliardario e al posto dei numeri sono uscite le lettere a formare la frase: TI PIACEREBBE!!!)

    un grande ritorno, ci voleva.

    ciao,
    nate

  2. beh, in effetti anch’io al suo posto mi scoperei i cani

  3. Cadeo è pazzesco. Un aneddoto su di lui. Un paio di anni fa un mio amico suonò a Milano ad una serata presentata da lui. Ha detto detto che fuori è identico a come è in tv, si comporta nella stessa maniera ed è così impostato. Sembra un manichino. Pare che i capelli siano veri, invece.

  4. penso sia l’androide perfetto.
    asimov ne sarebbe entusiasta.

  5. prostata said

    Secondo me in realtà Cadeo è morto nel ’96, una brutta caduta con gli scii con scontro frontale terrificante con Mike Bongiorno (deceduto anch’esso, ma ce lo tengono segreto perché il possibile posto da senatore a vita fa gola).

  6. interessante ipotesi… quindi gli elettrodi al glande di mike non sono uno strumento di piacere, ma un modo per farlo muovere, di tanto in tanto?

  7. nate fisher said

    non la conoscete la *teoria della matrioska* riguardo al vecchio mike? sembra che bongiorno sia costituito da diversi involucri, uno dentro l’altro, proprio come la famosa bambola russa (autonomia di vita per involucro: dai 5 ai 10 anni). se guardate bene infatti, mike è sempre più piccolo col passare degli anni.

  8. prostata said

    Apperò, affascinante. Ora mi metto a calcolare tra quanti anni/decenni sarà possibile schiacciarlo come una blatta cresciutella senza dare troppo nell’occhio…

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: