magical mistery tour

Due anni fa, la domenica pomeriggio, che facevo? Boh? Andavo al cinematografo, o a fare una passeggiata, o a giocare a calcio. Insomma cose normali, noiose. Poi è nata M ed è come se mi fosse arrivato per posta un free pass per i migliori eventi in circolazione. E quando dico migliori, dico esclusivi. E quando dico esclusivi, dico tipo che se si presenta paris hilton la prendono a ceffoni.
Così la mia gold card per l’humus nascosto e inverecondo di questa società brilla ogni domenica pomeriggio, e ogni volta io godo come un titano, perché ogni cazzo di domenica io mi immergo fino al collo nella maleodorante melma sub-trash delle attività cittadine per bambini.
Domenica, ad esempio, sono finito dal Mago Marko.
Giunti nell’edificio, un po’ in ritardo, mi aspetto di sentire applausi e risate, ma uno strano silenzio permea i corridoi. Vedo una porta. E un cartello: solo per ogi, il Mago Marko. (sic)
Apro la porta, e siamo investiti da una corrente di aria calda e puzza di bambino sudaticcio. Il colpo d’occhio è agghiacciante: per terra sono ammassati 50 bambini, accaldati e rossi in volto. Davanti ai bambini un uomo vestito di nero. Dietro l’uomo una vecchia.
L’uomo, capisco, è il mago Marko, la vecchia è sua madre, vestita come una duchessa a bordo del Titanic, con grossi occhiali scuri e una pettinatura alta 50 cm.
M mi chiede di tornare a casa, ma il mio cuore batte ormai a mille: non mi perderò questo spettacolo per nulla al mondo. Il mago Marko, fondamentalmente, è un delinquente croato che si è inventato mago per sfuggire alla giustizia, non si capisce altrimenti il perché dei sui trucchi datati e privi di fascino: nessun bambino infatti ride o applaude ai suoi giochetti, complici anche i 70 gradi che persistono all’interno della sala. Lui ci prova, usando strumenti del kit del mago di Silvan del 1983, insomma non si risparmia, ma niente. La platea non si infiamma. La vecchia per contro conduce una lotta solitaria contro il caldo africano e il pesante trucco sul suo volto è ormai completamente sciolto: ormai sembra una spaventosa maschera voodoo. Marko ce la mette tutta e prova trucchi su trucchi, intervallandoli con bestemmie croate all’indirizzo dei bambini che si stanno slogando la mascella a forza di sbadigli. Neppure quando inizia a raccontare della amicizia con harry potter la platea ha un sussulto, ormai l’attenzione di tutti è rivolta, con timore, alla totemica madre ormai trasfigurata che campeggia alle sue spalle.
Ad un certo punto Marko chiede un volontario, ma i bambini si ritraggono e molti si mettono a piangere, cosi ne prende uno, tirandolo forte per un braccio, vincendo la forza del genitore che lo tirava dall’altro. La madre-spettro avanza lentamente e i brividi scuotono le schiene di molti: con un accento à la Lugosi annuncia il Gran Finale.
Porge, non si capisce il motivo, al bambino un paio di occhiali finti, di quelli con il naso finto e i baffi e gli chiede di indossarli. Lui ci prova, ma appena li tocca, questi si rompono. La platea, nervosamente, scoppia a ridere di quell’improvvisato sketch e come in un moto liberatorio inizia a tirare pop corn all’indirizzo del menagramo croato, dello spettro zulu e del malcapitato bambino.
Non l’avessero mai fatto. Il mago, raggiunto in volto dai pop corn, inizia a urlare, mentre la madre recita con voce profonda parole sconosciute. Molto fumo si inizia in intravedere in sala e un tremito scuote il pavimento. Uno squarcio profondo si apre sotto i nostri piedi e molti bambini e genitori vengono inghiottiti. Io, M e P raggiungiamo correndo l’uscita, mentre le fiamme iniziano ad avvolgere l’edificio.
Saliti in macchina parto sgommando, mentre osservo dallo specchietto il palazzo che crolla.
Guardo M e le chiedo se il mago le è piaciuto: lei mi guarda e cerca di dire qualcosa tipo vaff, ma non capisco bene, così le accarezzo la testa pensando ‘ah, questi piccini’ e accendo la radio, pregustando già i burattini di domenica prossima.

Annunci

21 commenti »

  1. Biglia said

    spettacolo. a me da piccola non mi hanno mai portato a vedere i maghi. adesso capisco il perchè…

  2. no, beh se uno sopravvive, ne esce arricchito.

  3. bismark said

    un altro saggio della tua bravura…….
    complimenti…
    solo ogi mago Bismark…

    bun Natal

  4. A proposito di appuntamenti con/per bambini, leggiti il post del 20 dicembre su questo blog
    http://www.fozzdances.com/blog/

  5. Bulgaro said

    Hey, ma… non manca qualcosa qui???

    BANG!

  6. noooo… che dici? ti assicuro, questo è l’ultimo POST che ho fatto…. veramente

  7. bulgaro, non risparmi nemmeno la crocerossa, eh??

  8. Il Giovane Peano said

    Se le cose non tornano, bere.

  9. ci ho dato dentro con il lucano ieri sera…

  10. nate fisher said

    oi, ma la mostra è cmq fino al 20, vero? ho intenzione di venire da milano uno di questi w/end.. puoi darmi l’indirizzo così non divento matto a girare per bologna come arrivo? ho un gran bisogno di affacciarmi alle finestre su stanze vuote. grazie.
    nate

  11. no, la mostra è rimandata. e probabilmente annullata. mi hanno tirato un gancio epico. nel prossimo post spiegherò bene l’accaduto, affinche tutti possano unirsi a me nell’augurio di emorroidi eterne e infine mortali per i gestori del locale.

    scusate ancora il casino.

  12. sei mai stato ad uno spettacolo di burkattini? burattini col burka, dico. non è male, solo che non si capisce un cazzo.

  13. Caro S.Giorni, ti ringrazio per la visita.
    Oggi ho avuto modo anche io di rovistare un po’ nel tuo blog, e l’ho trovato davvero interessante…
    Mi ha impressionato soprattutto il tuo uso così stratificato e multiforme della parola, unito all’approccio sempre visionario, futuribile, che tanto ricorda il miglior Brackeen. Complimenti.
    Ma tu hai già avuto qualche esperienza di laboratorio, in passato?

    C. Trapella

  14. super said

    Cioè, tu hai qualcosa in comune con Brackeen…..e non me l’hai mai detto……in tutti questi anni……sono distrutto!

  15. Brackeen, di nome Claudio.
    Conduce Top Secret su Rete4?

    caro trapella, di laboratori linguistici ne ho fatti almeno cinque, l’ultimo dei quali con Azeglio Caciot. Mi piacerebbe trovare sue notizie in rete, ma non ve ne sono. Voi alla fucina (ma quanti siete?) lo conoscerete di certo. potreste parlarne se vi va.

  16. (Steve, Steve Brackeen).

    Comunque sia, sono lieto di apprendere che tu abbia avuto modo di prendere parte ad alcuni dei laboratori di Azeglio. Conoscendolo, ti avranno senz’altro arricchito.
    Ti farà ancor più piacere sapere – lo dico in anteprima -, che con molta probabilità Cacciot (con due “c”, perdonami) avrà parte attiva all’interno della fucina!
    Ci stiamo lavorando su… tu continua a seguirci, mi raccomando.

  17. Deborah said

    “Non penso che quando parlo sia facile comprendermi. Ho qualcosa che non va in testa. E comunque non sono nulla di ciò che pensate io sia” Syd Barrett

  18. Vittorio D. said

    Caro Stranigiorni, finalmente ho trovato una persona che come me che ama destreggiarsi con le parole, e non solo, a vedere le tue magnifiche istantanee catturate nei luoghi più reconditi dell’Europa. Mi riesci a dare notizie più precise riguardo alla fucina? Io e la mia piccola “Compagnia delle arti” siamo molto interessati.
    Un caro ed affuettuosissimo saluto.

  19. colgo in “affettuosissimo saluto” una nota di polemica… crede che io abbia dimenticato quello scrisse qualche mese fa?
    La Compagnia delle Arti è morta e lo sa bene anche lei… quando Tancini se ne andò (e Baccolini con lui) il prestigio della CdA colò a picco…
    un consiglio: stia alla larga dalla Fucina

  20. Vittorio D. said

    Sono in assoluto disaccordo con lei! La nostra compagnia è ancora una delle più prestigiose e rinomate della regione, è vero che ha perso un po’ dello smalto e della verve iniziale, ma è altresì vero che ancora oggi tanti giovani (e meno giovani) si accostano a noi, in cerca di stimoli, spunti, consigli e confronti sia sul piano letterario che su quello umano. Avrà presto mie notizie.

  21. susanitass said

    ho le lacrime agli occhi…e già innamorata del mago marko e della vecchia…
    buona domenica

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: