buon ano

"Alla fine fa il ruttino, si può dire?"

F. è quasi soddisfatto di quella trovata, si, gli sembra decisamente divertente. Ora guarda le persone che ha davanti, aspettando le risate, che solitamente queste sue idee suscitano, più o meno.

Ma è un coro di disappunto quello che si alza dagli operatori delle luci e il regista infuriato getta a terra la cartelletta che tiene in mano. "Cristo Santo, no che non si può dire! Ma che cazzo ti è saltato in mente?"

F. non capisce, in fondo non ha poi detto nulla…
"Ma no… è che … io"

"Io un cazzo, ora dobbiamo rifare tutto!"

"Ma… " – il suo mento inizia a tremare – " io… io non volevo…"

"Ah, non voleva il signorino, non voleva UN CAZZO!"

Il regista lo incalza, gli prende i capelli e strattona la testa. Gli occhi di F. sono pieni di lacrime e stringe il suo gatto come per…
"Senti brutto cazzone, qui tu non devi prendere iniziative, ok? Noi ti diciamo un cosa, E QUELLA DEVI FARE, ***** ***"
"Si ma io…"

"Ah, insisti, eh? Dammi qua…", afferrando rapidamente il gatto.
"NO, ma che vuoi far…"
Il regista rosso in volto, con un secco e violento movimento, gira la testa al gatto. Si sente un suono sordo.
Il gatto smette di agitarsi.

"NOO, ma che…"
"Hai ancora coraggio di parlare?"
"Hai ucciso il mio gatto, brutto str…"

Il regista getta il corpo molle del gatto a terra e parte con un gancio che riduce la bocca di F. ad un florilegio di sangue e denti rotti. "Non è una pubblicità di macchine fotografiche, frocetto, i gatti non fanno i rullini."

Tra bolle di saliva rossa, F. riesce a dire, prima di svenire: "Il ruttino, fa il ruttin…"

Il regista indietreggia: "Ah. Scusa."

Nell’angolo della stanza, il gatto, accartocciato, ha la testa piegata in maniera innaturale.
Una gamba si muove, come scossa da impulsi elettrici.

Poi si ferma.

Annunci

6 commenti »

  1. saltatempo said

    Te lo giuro, so che non capiterà mai, ma vedere sullo schermo questo post sarebbe un sogno che si realizza.
    Io odio quel gatto che rutta, il suo padroncino bene che se lo tromba e quei pezzettini di merda che gli mettono nella ciotola.

  2. p.s.v. said

    uh!!!

  3. Spettacolare questo dietro le quinte alla Tarantino!
    Quanti avrebbero voluto essere nei panni del regista punitore…

    p.s. Pare che sia in uscita una nuova versione dello spot, di maggiore impatto e senza il frocetto sdentato. Al suo posto c’è un grosso omone che, nel momento culminante, rifila una pacca sulla schiena al gatto, rintronandolo, e contemporaneamente esclama a gran voce: RUTTERDAM! Credo che tu ne abbia sentito parlare, è un attore emergente…

  4. ST: è il sogno di molti. poi nutrire il pedal-padrone con il contenuto di quella ciotola

    PSV: kick in teeth, as always

    TA: penso che per l’occasione abbia creato il detto ‘come il gatto appeso’

  5. said

    :)))

  6. skunk said

    Impagabile.

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: