IODIO

Odio
il Comic Sans.

Cazzi
tuoi, potreste rispondere, ok ci sto, ma guardati, guarda il tuo sorriso ebete,
tu che hai appena selezionato Comic Sans dalla combo dei font di word, mentre
compiaciuto osservi il risultato: il volantino per il tuo ufficio è pronto, il
nuovo post è completato, l’invito alla festa di tuo figlio è ultimato. E su
tutti grava come un cancro informatico l’orribile font che hai scelto, nella
tua ristrettezza mentale.

So
di dimostrarmi integralista, so di suscitare odio a mia volta con queste mie
parole, ma non posso farci niente… ne ho parlato con qualche persona, ne ho
parlato con P, ma niente, l’odio per lo stupido carattere ogni volta riaffiorava
come un cadavere gonfio e livido dalla palude dal mio ego.

In
dieci anni di attività informatica non sono poche le cose che mi hanno
rattristato, scosso, debilitato, ma mai nessuna quanto la banalità dell’uso di
quell’obbrobrio.

comic sans = scarsa inventiva, è assiomatico, chi
lo usa denota una piattezza artistica inequivocabile. Non hai mai notato che
quel carattere è ovunque? L’abuso a cui è stato sottoposto l’ha trasformato
nell’arma dei poveri, nella firma stessa del pattume che ci circonda.

Fatti un esame di
coscienza: quante volte l’hai usato?

La prossima volta.
Pensaci

Annunci

11 commenti »

  1. Azteco said

    Io odio gli sfondi anonimi.
    Cazzi tuoi, mi risponderai, ma guardalo, il titolo del tuo blog: ricordo il giorno in cui lo vidi. Mi bastò un’occhiata per capire che sarebbero stati cazzi amari per i nostri grafici, i pubblicitari, i designer…
    Sai cosa mi ricorda? Una merendina… si, ma una di quelle che rimangono nascoste per anni nei meandri della tua dispensa, poi un giorno… Guardi nel frigo, vuoto. Guardi nella dispensa, vuota. Credenza, vuota. Mobile in basso, vuo… no, anzi, La vedo. Brividi. Richiudi. Mobile in alto, vuoto. Cassetta medicine, vuota.
    Ti siedi, scorato. E affamato. E tutto quello che trovi è quella barretta arancione con la sua insulsa scritta bianca in Comic Sans. O, peggio ancora, in…
    Forse è una non-merendina, una di quelle cose tipo non-mozzarelle che trovi in certi supermercati dove, quando arrivi alle casse, le cassiere ti sorridono, consapevoli (loro) alla prima tastata al molle pacchetto che vola veloce sullo scanner (bip… bip…) della tua beata ingenuità.
    Tutto in questo titolo grida vendetta: dallo sguardo timidamente fiero di quelle vocali tondeggianti, a quella ‘g’ come un papillon, manca solo uno spezzato con trame scozzesi per completare l’opera…
    Finalmente ho capito. Nella mia testa si è accesa una luce e tutto mi è parso più chiaro. Ho capito il senso della tua nuova immagine; quella del vecchio indebitamente festeggiato da griglie di donne avvenenti e muscolosi ragazzi, croccanti come terrecotte e capeggiati da Megan attorno ad un paggetto medievale ed al suo piatto di legumi appena preparati: il vecchio è, è… è………………. porca puttana, me lo sono dimenticato, ma mi tornerà in mente, e allora per te non ci sarà scampo…

    Che cazzo di senso ha tutto questo??? Prova a spiegarmelo, se vuoi, SG… Potresti anche riuscirci, o al più tirar fuori un’altra delle tue seghe mentali da seccare lo scroto come a chi vaga per case buie ed abbandonate (scusa la citazione colta…)

  2. preci said

    fa cagare pure a me.

  3. John M said

    Dovevi aspettartelo, SG.
    Non puoi lanciarti in una crociata del genere, che va a toccare argomenti scottanti come il Comic Sans, e aspettarti che nessuno se ne abbia a male.

  4. ALI said

    Io preferisco lo stile verdana

  5. Timanfaya said

    ………….ho abbandonato la grafica a favore dei caffé ma volendo posso fare qualcosina, stranigiorni…
    comunque Avant Garde e Simoncini Garamond non tramonteranno mai! 🙂

  6. PensieroFantasma said

    Lo uso sul blog solo perchè, su questa triste piattaforma “bloggers”, è il meno formale.. il curier non è male..a questo punto mi viene spontaneo..

  7. stranigiorni said

    tahoma, x-small
    fuori di qui direi Microsoft Sans Serif, 9

  8. PensieroFantasma said

    aiaiaiaiai tahoma (paloma) faceva una canzone;)

  9. PensieroFantasma said

    Ho visto che sei passato da me…e ti è toccato leggere un post con il comics..perdonami 🙂

  10. Miss TicoTico said

    hai ragione, comic sans è la scorciatoia per conferire ad un qualsiasi testo un look accattivante, che strizza l’occhio ai fumetti e alle scritte per bambini. non piace granché nemmeno a me ma ogni tanto mi concedo la libertà di usarlo (forse in momenti di regressione?).

    ma se il comic sans è tutto ciò, cosa ne pensi del courier? cosa si nasconde sotto questo font tipo macchina da scrivere? un desiderio di tornare ad “antichi” mezzi di scrittura? un debole per il vintage? o che altro?

  11. NonPrendiamociSulSerio said

    certo, bravi, è facile per voi parlare. Prendete pure in giro i non informatici, in non tecnologici. Coloro i quali mai nella loro vita avrebbero pensato di dover aprire una pagina Word o, peggio ancora, in power Point. Poi però ti innamori, il matrimonio, la convivenza, il primo figlio. E allora questo figlio cresce, non è più solo pappe e sbrodolatine. C’è scuola domani. E senza accorgertene, ecco qua. Arriva il COMPLEANNO!! Nooo, la sua festa, gli inviti!! E ora??? Mentre ti domandi se ci sarà un domani per te, solo allora ti ricordi di un vecchissimo dispositivo impolverato a cui molti danno il nome di Computer o Elaboratore (almeno quando lo hai acquistato tu, nel secolo scorso). E allora dici tra te e te: “non sono ancora fottuto!”. Lo accendi ed apri il solo programma che credi di saper usare. Ma non lo sai usare. E non sei nemmeno in grado di scrivere in maiuscolo o, peggio ancora, centrare la scritta in mezzo alla pagina. E allora vedi già la faccia di tuo figlio : “papà, sei una schiappa!” NOOO! Non deve accadere. Ed ecco che da quella finestrina in alto a sinistra vedi una piccola lista di nomi. Ecco la rivelazione, tanto attesa. Colui che salverà la festa, e soprattutto la stima di tuo figlio. Lo cliccki e già diventi un artista: ma si! Il Comic Sans ti ha salvato la vita!!! Yeah, perchè non pensarci prima. Con un solo FONT sono diventato un vero artista. Genitori entusiasti del tuo estro creativo. Bambini contenti e soddisfatti di tanta arte tutta insieme. E’ davvero la FONT di salvezza, la FONT di lunga vita…. VIVA IL COMIC SANS, viva la vita!

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: