watch more tv

Guardo poco la televisione, e per questo cerco almeno di vedere i programmi peggiori.

Ieri mi sono soffermato su una sitcom con Iacchetti e la Estrada. Il noto cocainomane e la cognata del politico si muovevano in questo set di cartone, raffigurante una casa di cartone, recitando il copione come ad una veglia funebre. Le pessime battute (“ho una fame come all’isola dei famosi”) uscivano tristi dalle loro bocche (entrambe bianche, di coca lui, lei…) facevano 20 centimetri e si schiantavano sul pavimento di cartone. Gli operai le avrebbero in seguito calpestate.

In tutto questo, alcuni ragazzini coperti di trucco facevano da contorno. Miseri. Inespressivi. Già vecchi. Il tutto mi ha messo una profonda tristezza. Forse, ho pensato, è il capolinea della nostra società.

 

Poi ho preso in mano un cd autoprodotto che mi ha dato mio fratello, ho guardato la traccia 9 e ho letto il titolo: Anone Vitasnella.

Sorrido. Dio, in fondo, è ancora vivo.

 

Annunci

1 commento »

  1. Nikee said

    Ti capisco!
    dove andremo a finire?
    hai votato il sondaggio sul mio Blog?
    parla proprio di programmi che hanno raggiunto il limite della…decenza e della sopportazione da parte di noi poveri telespettatori.
    Bacio Nikee

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: